Baby K “Da zero a cento”: simboli nascosti

Come ogni estate (ahimè!) è impossibile non sentire il classico tormentone che ti travolge e ti entra nel cervello. BASTAAAAA! Ma forse è meglio che non entri troppo profondamente nei posti più remoti della nostre psiche. Dopo Roma-Transkok (scusate Bangkok!) insieme a Giusy Ferreri, nel 2015, arriva un’altra hit di pari livello e pari routine musicale. Quel singolo che dopo 2 anni che lo senti ti appare anche banale. Ma intanto l’hai sentito, o peggio, hai comprato l’ALBUMMM. Nooooooooo! Da zero a cento è una canzone orecchiabile non lo si può negare. La classica canzone delle teenager. Il colosso telefonico VODAFONE-MERDAFONE ha deciso di metterla come soundtrack per il suo spot televisivo:

Quel 6 mi impensierisce parecchio e non mi sorprende visto che l’azienda telefonica ha già avuto l’onore di schernirci con il 666 satanico:

E così la pilota/cantante di Singapore (e non dite che non lo sapevate!) ne approfitta per inserirci qualche simboletto simpaticissimo. Ma si…sti ca…ma chi se ne accorge. Vedendo il video un paio di volte si potrebbe notare come la cantante accompagni il video con dei “doni” pregiati. Grazie…(vomit!). L’ambiente è quello visto e rivisto nell’80 % di tutte le canzoni americane ed italiane: le corse automobilistiche.

Già dalle prime riprese si nota la linea di partenza a forma di scacchi, così come è realmente. Il tema a scacchi è presente anche nel vestito attillato (da sbavo direbbero molti) di Baby K. È un ovvio richiamo al pavimento delle logge massoniche:

Faccio di tutto ( e si vede!), prendo e mi butto! Bella rima , tra il malizioso ed il mi ti faccio a sangue. Ma ci sta! Quindi chissenefrega? Si continua a battere le mani con le altre dancers formando un triangolo che punta verso lo spettatore. BABY, BABY K? Cosa combini? Inoltre non mancano gli strusciamenti e pecorine da allupata sulle macchine; ma lo spettatore è troppo preso a guardare “l’amichetta” della cantante che indossa stivali richiamanti l’occhio onniveggente.

La scena finale è quella che mi ha fatto riflettere di più: quella maledetta ruota infuocata (rolling rolling!) che distoglie dal messaggio più importante del video. Le braccia delle cantanti a formare la squadra, altro simbolo della massoneria, in posizione sempre triangolare:

Furbacchiona, Monella. Voi potreste dire: Ma goditi la canzone no? Potrebbero essere solamente teorie che fai tu. Risponderei gentilmente affermando: <<Forse avete ragione ma dimenticate un tassello importante che potrebbe farvi cambiare idea!>>. Tra l’altro si trova sulla sua pagina FB, quindi facilmente vedibile da chiunque voglia “far parte” della sua vita:

Quanto ti è piaciuto l\'articolo?

Dai un voto al post:

Media voti: / 5. Voti:

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

1+
Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail

3 risposte a “Baby K “Da zero a cento”: simboli nascosti”

  1. Johnny Il mastino dice: Rispondi

    Devo dire che ho trovato l’articolo molto interessante.
    Non è da tutti notare alcune sfumature che sembrano messe lì per caso, mentre chi le posta lo fa con una motivazione ben precisa:segnali per altri adepti, informazioni, appuntamenti ecc., come si sa il posto migliore dove nascondere segreti e metterli proprio sotto gli occhi di tutti.
    Quando purtroppo le cose non sono chiare la storia ci insegna che dobbiamo cominciare a preoccuparci.
    Auguri per il blog si vede la sincerità d’intenti.

    0
  2. Bell’articolo. Tante volte ci sono elementi di cui le persone non si accorgono o ignorano il significato 👌🏼

    0
    1. andreagrazia91 dice: Rispondi

      Grazie per il tuo commento .Hai centrato il punto .Giocano proprio su questo fatto. Sull’inconsapevolezza delle persone. Penso che molte volte sia necessario analizzare alcuni elementi per capire il vero senso di ciò che molti pupazzi vogliano dire. 😎😃

      0

Lascia un commento